Attività

Conferenze   Conferenze
  Entra qui...
Formazione  Formazione
  Entra qui...
Pubblicazioni  Pubblicazioni
  Entra qui...
Advocacy   Advocacy
  Entra qui...
Multimedia   Multimedia
  Entra qui...
Banner
Memorandum di intesa tra gruppi nazionali e la rete Stampa E-mail

1. Le coalizioni devono aver sede nel Paese a cui fanno capo e operare su questioni di sviluppo sociale di quel Paese (non esclusivamente come studiosi o consulenti).
2. Il loro impegno principale nei confronti della rete internazionale è di monitorare e riferire, secondo le proprie priorità, sugli impegni e gli obblighi assunti a livello internazionale in tema di giustizia sociale e equità di genere, traendone le proprie conclusioni. La rete internazionale a sua volta, si impegna ad accrescere la visibilità e l’impatto di questi rapporti includendoli nel Rapporto Social Watch annuale, pubblicandoli sul suo sito web e promuovendoli con qualsiasi altro strumento disponibile.

3. Le coalizioni devono poi usare il proprio rapporto nazionale e quello globale per esercitare pressioni a livello nazionale. Devono inoltre informare il resto della rete sulle attività Social Watch promosse a livello nazionale, al fine di condividere le proprie esperienze e trarre reciproco insegnamento dai successi, dalle sfide e persino dai fallimenti o dalle difficoltà incontrate.

4. Le coalizioni devono essere aperte all’ingresso di nuove organizzazioni, lavorare attivamente per diffondere la conoscenza del Social Watch e incoraggiare la partecipazione di altre organizzazioni.

5. Le coalizioni sono responsabili del finanziamento delle loro attività, non dipendono economicamente dal Segretariato o da altro organismo internazionale del Social Watch né devono rendere loro conto finanziariamente.

6. Ogni coalizione stabilisce la propria struttura organizzativa e nomina un membro/un’organizzazione membro come referente della coalizione al fine di facilitare la comunicazione con il Segretariato ed altri organi della rete.

7. L’appartenenza al Social Watch e l’esercizio di funzioni di governo sono assolutamente incompatibili. Solo organizzazioni non-profit possono diventare membri della rete Social Watch.

8. La cooperazione con altre piattaforme nazionali deve essere incoraggiata a livello subregionale, regionale e globale.

9. In caso di controversie tra membri/organizzazioni membro di una coalizione su questioni legate al Social Watch (es. nomina del referente, contributo al Rapporto Social Watch, nomina dei delegati all’Assemblea Social Watch) tutte le parti coinvolte devono dimostrare

la propria volontà nel risolvere la questione al livello nazionale. Se, in casi eccezionali, non fosse possibile raggiungere un accordo, il Comitato di Coordinamento può prendere le decisioni ritenute più opportune.

10. Al fine di dimostrare la propria affiliazione alla rete, si consiglia a tutte le coalizioni di usare il logo Social Watch durante la realizzazione sul territorio nazionale di attività direttamente legate agli obiettivi e alla mission del Social Watch. Si richiede inoltre che il Segretariato venga informato della realizzazione di queste attività. In qualsiasi altro caso, l’uso del logo e del nome Social Watch deve essere preventivamente autorizzato dal Segretariato o dal Comitato di Coordinamento.

Il Memorandum di Intesa è stato adottato nel corso della prima Assemblea Generale tenutasi a Roma nel 2000 ed aggiornato in occasione della quarta Assemblea Generale tenutasi ad Accra nel 2009.
 
evden evenakliyeevden eve nakliyatevden eve

escort bursa escort ankara escort eskisehir